Chat with us, powered by LiveChat

L’obbligo dei corrispettivi elettronici ti sta mettendo #sottosopra? Non avere paura, ci pensa Global Business Arezzo

Dal 1 Luglio 2019 è scattato l’obbligo di invio dei dati dei corrispettivi giornalieri per tutti quei esercenti con volume d’affari superiore a 400.000 euro ma molti ancora non hanno attivo il loro il registratore telematico.

Come fare quindi per evitare sanzioni ed assolvere all’obbligo di trasmissione dei corrispettivi?

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 15/E del 2019, ha messo a disposizione un servizio web tramite cui è possibile memorizzare e trasmettere i dati dei corrispettivi giornalieri. Questa opzione è ammessa fino al momento di attivazione del registratore telematico e, in ogni modo, non oltre la scadenza del semestre.

La nuova disposizione consente di evitare sanzioni per tutti quei soggetti che ancora non abbiano la disponibilità di un registratore telematico e nello stesso tempo poter assolvere all’obbligo di trasmissione dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri entro i massimi termini previsti dalla nuova norma, ovvero entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

Tramite la procedura web, messa a disposizione dell’Agenzia dell’Entrate, i soggetti interessati potranno predisporre online un documento commerciale e allo stesso tempo memorizzare e inviare i dati di ogni singola operazione effettuata.

Come si accede alla procedura web?

Il nuovo servizio sarà attivo all’interno dell’area riservata del portale Fatture e Corrispettivi. Per accedere al sistema è possibile utilizzare le credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale) o Entratel e Fiscoline o la Carta Nazionale dei Servizi (Cns).

Una volta entrato l’esercente che effettua la cessione o prestazione dovrà verificare i suoi dati già precompilati e inserire i dati relativi all’operazione effettuata, quantità, descrizione, prezzo unitario e aliquota IVA, e le modalità di pagamento, denaro contante o elettronico.

Questa procedura è ammessa fino al momento dell’attivazione del registratore telematico e in ogni caso non oltre la scadenza del semestre.

Ovviamente rimane l’obbligo di rilascio al cliente dello scontrino e della ricevuta fiscale e l’obbligo di tenuta del registro dei corrispettivi fino alla messa in uso del registro telematico.

Resta inoltre fermo l’obbligo di liquidazione dell’IVA periodica nei termini ordinari.

Non hai ancora un registratore telematico?

Global Business Arezzo si occupa dalla predisposizione fino all’installazione del registratore telematico, in maniera veloce e sicura, garantendoti di avere tutti gli strumenti per poter lavorare a norma di legge.

CONTATTACI