Chat with us, powered by LiveChat

BONUS PER I REGISTRATORI DI CASSA

BONUS PER I REGISTRATORI DI CASSA

La settimana precedente abbiamo parlato dei corrispettivi telematici e su come arrivare preparati all’avvento dei nuovi registratori fiscali che ricordiamo avverrà per i commercianti con un fatturato superiore ai 400.000 euro a partire dal 1 Luglio, mentre per tutti gli altri a partire dal 1 Gennaio 2020.

Ciò che ancora molti non sanno è che ci sono delle agevolazioni per chi acquista i nuovi registratori telematici o chi adatta i vecchi registratori fiscali a diventare tali.

Il bonus dei registratori di cassa serve per incentivare questo passaggio e sarà riconosciuto per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020, ma attenzione ai pagamenti: il corrispettivo per l’acquisto o l’adattamento dovrà essere pagato esclusivamente con mezzi tracciabili.

I commercianti dovranno pagare il corrispettivo indicato in fattura esclusivamente mediante:

  • assegni, bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali;
  • addebito diretto, bonifico bancario o postale, bollettino postale, carte di debito, di credito, prepagate ovvero di altri strumenti di pagamento elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

In cosa consiste il bonus e come ottenerlo

Per ogni misuratore fiscale lo Stato offre un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di adattamento. Viene concesso all’esercente come credito d’imposta, utilizzabile in compensazione tramite modello F24, a partire dalla prima liquidazione periodica dell’Iva successiva al mese in cui è stata registrata la fattura relativa all’acquisto o all’adattamento del misuratore fiscale ed è stato pagato, con modalità tracciabile, il relativo corrispettivo. Il credito deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa e nella dichiarazione degli anni d’imposta successivi, fino a quando se ne conclude l’utilizzo.

Attenzione! Il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Siamo a tua disposizione! Contattaci!