BIG DATA: COME CAMBIERANNO IL FUTURO E LA NOSTRA SOCIETÁ

Come i big data cambieranno il futuro e la nostra società

BIG DATA: COME CAMBIERANNO IL FUTURO E LA NOSTRA SOCIETÁ


Big data, chi non ne ha mai sentito parlare?
Articoli, programmi, e notizie li nominano in continuazione ma sono in molti in realtà a non sapere cosa siano davvero. Ecco l’articolo che stavate aspettando!


I dati e da dove provengono


Per capire la portata del fenomeno di cui stiamo parlando considerate che a detta di Winston Hide, professore della Harvard University, “negli ultimi 5 anni si sono generate più informazioni che in tutta la storia dell’umanità”.
Ma da dove provengono queste informazioni?

Pensate alle vostre semplici abitudini quotidiane: quando utilizzate il computer, navigate sui social media, comunicate attraverso lo smartphone oppure acquistate un prodotto grazie alla carta di credito, è in quegli esatti momenti che si originano i big data. Ciascuna di queste azioni, insieme a miriadi di altre, lasciano una traccia digitale, e se pensate che soltanto su Facebook vengono pubblicati due milioni di post ogni minuto, potete facilmente immaginare la numerosità di queste tracce.

I big data nascono proprio così, dalle nostre azioni


Come vengono sfruttati i big data


Bene, abbiamo capito da dove hanno origine e di quali volumi stiamo parlando, ma nella realtà per cosa vengono utilizzate tutte queste informazioni?

L’analisi di questi dati può avere un’infinità di applicazioni: da quelle più commerciali come l’analisi del comportamento dei clienti per migliorare la loro esperienza e la fidelizzazione, a quelle più avveniristiche come l’elaborazione di sistemi in grado di prevenire dove si verificheranno dei crimini e impedire che avvengano.

Oggi le aziende più all’avanguardia utilizzano i big data per ottenere un’enorme quantità di vantaggi:

1) migliorare l’engagement con il cliente
2) incrementare le vendite
3) ridurre il time to market
4) ampliare l’offerta di nuovi prodotti e servizi
5) ridurre i costi
6) identificare nuovi mercati

Vantaggi aziendali ma non solo, i big data possono fornire un enorme contributo ai settori medici e scientifici come la cura del cancro e dei tumori. Come?
Pensate alla possibilità che un oncologo possa confrontare il quadro clinico del proprio paziente con milioni di dati provenienti da altri casi e prescrivere così la cura più efficace. Ciò non si concretizza soltanto in un miglior trattamento terapeutico, ma anche in un enorme risparmio di tempi e costi per la spesa sanitaria.


Il mondo di domani all’insegna dei big data


I big data come cambieranno il futuro e la nostra società?

Un futuro in cui grazie all’analisi delle informazioni si potrà riuscire a prevedere con estrema esattezza il verificarsi di catastrofi ambientali e sismiche, si potrà regolare il flusso del traffico e prevenire gli ingorghi e gli incidenti stradali, si potranno adottare modelli di agricoltura innovativi che fanno uso dei dati dei satelliti per utilizzare meglio le risorse come acqua e luce, oltre ad adattare la coltivazione al mutare delle circostanze.

Quali sono le previsioni per l’Europa?
Quello dei big data è un mercato in forte crescita che soltanto in Europa vale 301 miliardi di euro.
L’UE prevede di creare un mercato unico per i dati, che si stima arriverà a valere nel 2025 ben 829 miliardi di euro (fonte: Commissione europea) e che accoglierà un totale di 10,9 milioni di professionisti impiegati nel settore.